In equilibrio.

Dopo i crolli speculativi di gennaio le piazze mondiali si sono riposizionate ai livelli pre-crisi. I gestori hanno colto la palla al balzo per riposizionarsi e ribilanciare gli asset facendo rotazione acquistando quote di mercato palesemente sottovalutate: materie prime e oro in primis.

Leggi

Mercati in pausa

Le feste pasquali coincidono con un momento di pausa dei mercati finanziari.

Dopo i minimi toccati ad inizio febbraio, dove tutti si stracciavano le vesti per il brusco rallentamento cinese, il petrolio visto a 10$ e le materie prime che crollavano assieme alle valute dei mercati emergenti, si è assistito ad un eguale e sorprendente recupero di tutte le asset class, in primis Gold&Precius con un rialzo del 40% da inizio anno, seguito dai mining con rialzi del 23%. A seguire tutti gli altri indici e valute.

Leggi

La crisi non crisi

Che nome gli diamo a questa crisi ?

Nel passato ogni crisi ha avuto un nome ed un motivo ben preciso. Che si chiamasse subprime, torri gemelle, guerra del golfo o dot.com, i mercati avevano il motivo per scendere ed un colpevole da incriminare. Oggi si scende ma non è ben chiaro perché.

Leggi

Avanti Tutta Forza

Attenzione : Segnale valido per i mercati europei, in particolare per l’Italia.Visti gli utili, chi a fine dicembre non aveva l’Europa nel portafoglio era considerato, a ragione, un fesso! Ora cosa è cambiato in un mese ? Nulla. E allora perché questo disastro ?

Leggi