MANOVRA AVANTI

Il coronavirus sta colpendo forte e si prospettano blocchi a catena in tutti i paesi del mondo. Le borse hanno però reagito in maniera violenta e profonda. Su questo deep si caldeggia qualche acquisto, giacchè sono scarico di azioni.

INDIETRO TUTTA FORZA

Il mercato sembra drogato. Sta salendo troppo e in maniera immotivata D’ accordo Trump ed il suo QE ma meglio prendere profitto che la statistica dice che mediamente vi è una recessione ogni 6 anni. Quì siamo arrivati all’ 11° anno senza recessione. Prendo i profitti e attendo tempi migliori per riposizionarmi.

Il grigio 2018

L’anno che si sta per concludere  è uno di quei pochi che statisticamente capitano di rado, con una concomitanza di segni negativi in tutte e 3 le asset class maggiori : azioni, obbligazioni e materie prime. Era dal 1931 che non si vedeva un dicembre così negativo sugli indici americani.

Quadro complicato

La crisi turca colpisce in un momento già non proprio roseo per una serie di motivi : gli utili aziendali, anche quando sono positivi, non trovano riscontro in upside borsistici. Quando invece sono negativi vengono puniti severamente. Questo negli Usa, mentre in Europa il quadro tecnico è molto più congestionato e non vedo spunti positivi…

Materie prime in recupero !

I dazi di Trump hanno innescato un clima di panico da acquisto sui metalli industriali come l’Alluminio salito del 30% in 2 settimane, ma anche nichel e palladio con rialzi a 2 cifre. A dire il vero il motivo del rialzo è frutto di minimi già toccati all’ inizio del 2016 da parte dell’indice generale…